TASTO CATEGORIA
  • CANTANTI
  • VOICES LAB
  • FLEXY SPEAKERS
  • HIGH LEVEL VOICES
  • BIG VOICES
  • Scegli la voce

  • Scegli la voce

  • Pronto al microfono

  • Spazio al tuo format

  • Blog

Cerca nel Blog

Cerca nel Blog

 

scegli categoria

Simone D'Andrea: l'anime del doppiaggio

E' la voce giovane e simpatica di decine e decine di personaggi animati, ma allo stesso tempo è anche la voce “scura” di moltissimi attori come Matt Damon o Colin Farrell. Per questo, Simone D'Andrea, classe 1973, è uno dei doppiatori più talentuosi e versatili della nuova generazione. Ripercorriamo alcune tappe della sua carriera nel dossier realizzato per VOCI.fm da Alessandro Delfino.

Ti piace la voce di questo podcast? Contatta subito lo speaker Alessandro Delfino

Il doppiaggio, come molti sapranno, è nato a Roma alla fine degli anni '30 e ancora oggi le più importanti società del settore operano nella nostra Capitale; ma non sono le sole. Negli anni '80 nascono anche importanti società a Torino e soprattutto a Milano.

Ed è proprio a Milano che nasce un doppiatore oggi socio della "Cast" a Roma ed una delle voci più presenti e duttili della nuova generazione: Simone D’Andrea.

Voce a Milano negli anni '90 soprattutto di tanti cartoni animati (come Trunks in Dragon Ball Z, Yuri in Piccoli problemi di cuore, Flash in Justice League e Justice League Unlimited, Dick Grayson / Nightwing in Batman cavaliere della notte, James del Team Rocket in Pokemon), negli anni 2000 inizia la sua svolta a Roma.

Doppia Colin Farrell in "La regola del sospetto" in coppia con Giancarlo Giannini (voce di Al Pacino) e diventa la voce ricorrente dell’attore (doppiandolo in altri film come Alexander, Parnassus, Come ammazzare il capo, Total Recall, Animali fantastici e dove trovarli).

Ma Simone D’Andrea non si limita a doppiare Colin arrell: diventa voce di attori come Brandon Routh (Superman Returns e Dylan Dog), Cillian Murphy (28 giorni dopo, Batman Begins, Inception, Dunkirk, Peaky Blinders), Channing Tatum, Jonathan Rhys-Meyers, Matt Damon, Edward Norton e tanti altri.

Oltre a Superman e Flash, Simone D’Andrea diventa voce di altri due importanti personaggi dei comics: il Joker di Jared Leto nel film "Suicide Squad" e "The Punisher" interpretato da Jon Bernthal nella seconda stagione di "Daredevil" e protagonista assoluto della serie dedicata al personaggio.

La sua voce, leggera all’inizio della carriera, è diventata con gli anni scura e calda, dotata di un timbro pulito, ma capace di sporcarsi quando serve; pensiamo all’ironico personaggio di Mark Watney interpretato da Matt Damon in "The Martian -  Sopravvissuto", completamente diverso dal tiranno e ambiguo Ramses intepretato da Joel Edgerton nel film Exodus (entrambi diretti da Ridley Scott).

Simone D’Andrea è riuscito con il tempo ad andare oltre le barriere, dimostrando che non esiste un doppiaggio di Milano o di Roma, ma un unico e magico mondo delle voci.

Articolo a cura di Alessandro Delfino

Le voci più belle di Simone D'Andrea

  1. Trunks in “Dragon Ball Z”

  2. Yuri in “Piccoli problemi di cuore”

  3. James in “Pokemon”

  4. Colin Farrell - James Douglas Clayton in “La regola del sospetto”

  5. Colin Farrell - Alessandro Magno in “Alexander”

  6. Cillian Murphy - Dottor Crane (Spaventapasseri) in “Batman Begins”

  7. Brandon Routh - Clark Kent in “Superman Returns”

  8. Casey Affleck - Patrick Kenzie in “Gone Baby Gone”

  9. Matt Damon - Mark Watney in “Sopravvissuto - The Martian”

  10. Joel Edgerton - Ramses in “Exodus: Dei e Re”

  11. Jared Leto - Joker in “Suicide Squad”

  12. Jon Bernthal - Frank Castle in “Daredevil”